Appunti dalla mia storia

Frequento la scuola della Natura da quando sono al mondo.

Abito in campagna, sono cresciuta sugli alberi e giocando con la terra, i sassi e le radici ho imparato ad essere creativa con quello che ho.

Nella vita ho incontrato persone importanti che mi hanno messo in cammino verso di me: Maia Cornacchia e Claude Coldy su tutti, per la profondità degli insegnamenti che mi hanno trasmesso sull’ascolto, il corpo, la Natura.

Oltre ai miei genitori naturalmente, grazie ai quali ho potuto diventare ciò che sono oggi.

Diana_Tedoldi_Cuma

Negli ultimi 20 anni della mia vita ho allenato l’ascolto in relazione alla Natura senza interruzioni: nell’orizzonte infinito di dune del deserto, in lunghi e chilometrici bagni in acqua calda di mari tropicali, su e giù per Vulcani da una parte all’altra della Terra, in fitti boschi europei e… pressochè quotidianamente nel grande giardino pieno di alberi dove ancora abitano i miei genitori.

 

Ho trasformato tutto ciò che ho imparato attraverso la pratica costante dell’ascolto e della connessione profonda in ambienti naturali, in ogni giorno dell’anno, con ogni condizione meteorologica: un albero sta lì anche se nevica o piove forte, non è che tira su le radici e va vicino al caminetto se fa troppo freddo. Così io.

Ascolto gli alberi, l’orizzonte, la campagna, e mi lascio andare in un tempo senza orologio, sulla terra, lasciando che un albero o la terra stessa massaggino e rilassino il mio corpo che si muove lentamente, con movimenti naturali, spontanei.

Ascolto il mare, e sciolgo ogni tensione nell’ascolto dell’acqua, fino a nuotare CON l’acqua, fino a ESSERE acqua.

Ascolto le vette montane e il paesaggio che ti aprono davanti quando arrivi lassù, e ritrovo la forza del mio sogno di vita.

Ascolto il vulcano e il fuoco che ribolle nella caldera, e il mio fuoco creativo prende slancio.

Ascolto il deserto e l’orizzonte di dune morbide che ti accarezzano dentro e ti fanno capire le cose più importanti della vita, della morte e della rinascita.

E guido persone e gruppi in questo ascolto, per sviluppare la connessione profonda con la natura che ci è madre, perché ha costruito il nostro corpo e tutto quello che c’è dentro e intorno in 4 milioni di anni di evoluzione.

La pratica di ascolto e connessione profonda in natura che propongo nasce da questa coltivazione continua di me, e dall’averla testata con gruppi in contesti di ogni tipo: aziende, università, scuole di formazione post-universitaria, percorsi di crescita personale ed ecologica.

La laurea in filosofia, la specializzazione in danzaterapia e in formazione formatori mi hanno dato gli strumenti migliori attraverso cui elaborare, integrare, trasformare e trasmettere con passione e professionalità questa arte antica ma sempre nuova, perché spesso dimenticata: l’arte di ascoltare, nella connessione profonda con la natura.

Oggi ho la fortuna di poter campare con il lavoro che amo, aprendo le persone alla bellezza che siamo e che ci circonda.

Scopri di più sulla mia filosofia e i miei valori qui (link a pagina filosofia e valori), oppure leggi il Manifesto di Intelligenza Primitiva, che riassume tutto in 10 punti! (LINK).