Archivi tag: formazione

Intelligenza Primitiva all’Università di Milano Bicocca

29 aprile, ore 17,30-19,30

 

All’interno del ciclo annuale di Seminari aperti di pratiche filosofiche dell’Università di Milano Bicocca, Diana Tedoldi guiderà il seminario dal titolo:

 

Intelligenza Primitiva: praticare la natura dentro e fuori di noi.
Seminario di pratica filosofica in connessione profonda con la natura.

 

La Natura fuori di noi rispecchia la condizione della nostra natura interiore.
Riduzionismo e meccanicismo hanno isolato l’uomo dalla Natura e ridotto la natura a un insieme di superfici senza vita interiore.

 

Il risultato è la devastazione della Natura ovunque intorno a noi, insieme al profondo senso di frammentazione ed isolamento che viviamo dentro di noi, la paura e la sfiducia nella bellezza del movimento della vita che fatichiamo a percepire, tagliati fuori dalla natura come siamo.

 

In questa condizione, recuperare il contatto vibrante con la natura che siamo e che ci circonda diventa la risorsa indispensabile per guarire entrambe.

 

E se potessimo lasciarci re-insegnare dalla natura a stare al mondo? Se potessimo cogliere la nostra natura più profonda, osservando la natura intorno a noi?
Se potessi sentire le mie radici, ascoltando le radici di un faggio antico, o riconoscere in una foglia i segni della mia interiorità?

 

Durante questo seminario alleneremo il nostro ascolto profondo di noi, attraverso esperienze di ascolto e connessione profonda con la natura fuori di noi.
Risvegliando i nostri sensi, rallentando e imparando a scegliere dove mettere la nostra attenzione, faremo spazio dentro di noi e pace con il tempo e con le cose, troveremo una profonda vitalità, coltiveremo uno spazio dove allenarci ad essere presenti e leggeri, liberi e positivi.

 

In ascolto e in risonanza con la bellezza che siamo, e che è ovunque intorno a noi, se solo ci permettiamo di sentirla.

 

L’esperienza incorporerà principi di ecopsicologia, con pratiche di ascolto e connessione profonda con la natura.

 

29 aprile, ore 1730-1930, INGRESSO PORTINERIA U-16
VIA GIOLLI ANGOLO VIA THOMAS MANN, Milano
>>ATTENZIONE: l’originario appuntamento all’ingresso del Parco Nord di Viale Suzzani è stato modificato, in considerazione delle previsioni meteo che danno pioggia per domani pomeriggio.
  • Se non piove, andremo insieme al Parco Nord (10′ max a piedi), e useremo la camminata già come parte dell’esperienza e della pratica.
  • Se piove, praticheremo comunque insieme nell’aula U16, con gli stessi principi della pratica in natura, ma adattati all’ambiente interno.
    Ci perderemo tutta la ricchezza degli input sensoriali che solo la natura può dare al nostro sistema, e i relativi effetti sul nostro stato di coscienza, ma avremo comunque la possibilità di praticare insieme cose che potrete voi, successivamente, anche da soli, portare in un contesto naturale.
    In un modo o nell’altro faremo quindi in modo di trarre il massimo dal tempo insieme.
L’esperienza è gratuita ed aperta a tutti.

L’ascolto in azienda

Nella mia esperienza come formatrice in aziende di ogni tipo e dimensione, moooolto raramente ho incontrato persone davvero capaci di ascoltare, o di farsi ascoltare.

Eppure l’ascolto è una competenza madre, la competenza più importante di tutte, in ogni campo della vita e del lavoro.

L’ascolto è quella capacità che ci permette di muoverci insieme verso un comune orizzonte, in ascolto di ogni passo e della sua eco attraverso il gruppo di lavoro, attenti a captare ogni scostamento dagli obiettivi condivisi, ogni risonanza nell’orizzonte più ampio del mercato e dei clienti. L’ascolto fonda la tua assertività e la fiducia negli altri.

Se ti ascolti, sai dove sei, quali sono i tuoi bisogni, i tuoi sogni e desideri, sai anche quali sono le tue capacità e i limiti su cui lavorare.

Se ascolti gli altri, sentirai come stanno, dove sono rispetto a quanto stai esprimendo, potrai ricevere i loro feedback come un dono per la tua crescita di consapevolezza.

Se ascolti il contesto, potrai verificare se quello che sei e che stai facendo è in risonanza con il risultato che vuoi ottenere, puoi cogliere le onde di ritorno che generi intorno a te, e avere quindi utili input per tarare e ricalibrare il tuo atteggiamento e la tua azione.

Se sai farti ascoltare, diventi capace di comunicare e farti capire, veicolare le tue idee, influenzare gli altri.

Sviluppare la competenza dell’ascolto significa sviluppare la tua leadership ma anche il teamwork del tuo gruppo di lavoro, ti fa migliorare la capacità delle persone di gestire i cambiamenti organizzativi, fa decollare la capacità di sintonizzazione fra persone e vision aziendale.

Una competenza chiave su cui tutte le organizzazioni dovrebbero puntare.

nzare, motivare, guidare e ispirare gli altri.